Monthly Archives: ottobre 2011

RESTARE INCINTA: LE 8 REGOLE DA SEGUIRE

Non hai più dubbi, è venuto il momento di allargare la famiglia: cosa puoi fare per prepararti? Inizia ad adottare uno stile di vita che ti aiuti a mantenerti in forma e in salute in vista della gravidanza. Ecco i primi otto passi da compiere se stai cercando un bebè.

Niente fretta

I tuoi comportamenti influiscono sulla tua serenità e sulla salute di tuo figlio. Per questo, pianificare la gravidanza non è sbagliato. Perché allora non chiedere un  primo incontro con il medico per avere qualche indicazione sullo stile di vita? Se il bebè si fa attendere, tieni conto che dal momento in cui scegli di rimanere incinta occorrono in media sei mesi perché ciò accada, il che significa che per alcune coppie basteranno pochi giorni, per altre ci vorrà almeno un anno. Anche l’età conta. Prima dei 35 anni la fertilità è maggiore ed è quindi più facile che si avvii velocemente la gravidanza.

Segui una dieta mediterranea-Mantieniti in forma

In vista di una gravidanza è bene raggiungere un peso forma nella norma. Se si è in sovrappeso o sotto peso, meglio “raddrizzare il tiro” chiedendo, se necessario, l’aiuto di uno specialista che dia delle indicazioni sull’alimentazione e il giusto esercizio fisico.

Evita le sostanze dannose

Alcol, fumo e qualsiasi sostanza stupefacente vanno evitati. Già nelle prime settimane di gravidanza il feto può risentirne, non esiste un limite di sicurezza. Dal momento che si programma una gravidanza, quindi, è consigliabile modificare le proprie abitudini.

Assumi acido folico

L’integrazione di questa vitamina è importante quando c’è in cantiere un bebè. Assumendone 0,4 mg al giorno prima di avviare una gravidanza, si riduce del 50% il rischio di malformazioni del tubo neurale. L’acido folico può essere preso per lungo tempo (anche anni) senza problemi.

Stai lontana dai pesticidi

Meglio stare alla larga da agenti chimici che possono essere dannosi se stai cercando un bimbo. Nel caso lavori a stretto contatto con queste sostanze parlane col medico e con il tuo responsabile per prevenire eventuali rischi e adottare le giuste precauzioni.

Fai le vaccinazione e gli esami necessari

Sei a posto con le vaccinazioni contro rosolia, varicella, epatite B e pertosse? Meglio sottoporsi agli esami del sangue per capire se sei protetta o se è necessario immunizzarsi. Un’altra analisi utile è quella per sapere se si è immuni dalla toxoplasmosi, infezione pericolosa solo se presa durante la gravidanza.

Fate un check up di coppia

Altri controlli che si possono eseguire se si vuole diventare genitori sono quelli che escludono la  possibilità di aver contratto la sifilide, l’HIV o di essere portatrici dell’infezione da clamidia. In tutti questi casi, esistono terapie efficaci che si possono cominciare subito. Inoltre, è bene tenere il proprio medico al corrente riguardo a eventuali patologie, come diabete, epilessia, ipertensione, asma, malattie reumatiche o della tiroide, oltre a eventuali aborti spontanei o parti prematuri verificatisi precedentemente. Infine, è bene analizzare la propria storia per scoprire se in famiglia ci sono stati casi di talassemia, fibrosi cistica o altre malattie genetiche.