I PRODOTTI NATURALI PER NEONATI

Bollino rosso a certe sostanze, via libera a prodotti naturali e delicati! Ecco cosa è utile sapere sui prodotti per i neonati!

I prodotti per i neonati: come scegliere?

Neomamme, fate attenzione: non tutti i prodotti sono uguali per i vostri piccoli! Inutile dire quanto la pelle dei neonati sia sottile e delicata in ogni punto, è più che risaputo. Come noto è anche quanto facilmente si possano irritare certe parti del loro corpo. Per questo in commercio esistono prodotti per la cura e l’igiene dei neonati, i cui principi attivi sono selezionati con caratteristiche specifiche di protezione, oltre che lenitive, emollienti e idratanti.

Si tratta di prodotti naturali per neonati pensati per aiutare mamme e piccoli nei vari momenti della giornata. Dai cosmetici dedicati alla detergenza, al massaggio, alla profumazione naturale ed eventuale prevenzione di irritazioni e arrossamenti, prima di acquistare i prodotti per i bimbi al di sotto dell’anno di età è importante tenere in considerazione certi fattori.

Anzitutto l’epidermide: sia il derma che lo strato corneo e basale dell’epidermide sono assolutamente delicati e sensibili. Vanno protetti non solo dagli agenti atmosferici, dal freddo e dal caldo, ma anche da microbi e batteri, come dal sole e dai raggi ultravioletti. Inoltre la pelle del neonato è più ricca di acqua e più permeabile, con un pH leggermente meno acido rispetto all’adulto. Le ghiandole sebacee, che sono scarsamente attive, hanno una composizione lipidica inferiore.

N come neonati al naturale

Tutti i prodotti che si acquistano per loro devono avere in elenco determinate caratteristiche, al fine di preservare e non aggredire la cute. Anzitutto devono essere realizzati senza conservanti, coloranti e senza SLS (Sodio Laurilsolfato) e senza SLES (Sodio Laurileteresolfato). Deve apparire un nickel test ed deve essere inferiore allo 0,0001%.

Sia nei detergenti, che nelle salviettine umidificate per l’igiene, le profumazioni devono essere assolutamente alcol free, naturali e delicate, come quelle a base di fiori di calendula e camomilla, per esempio. Gli estratti di calendula e camomilla, presentano anche un’azione emolliente e calmante, sono particolarmente ideali per le pelli fragili dei più piccoli, facilmente soggette a screpolature e irritazioni.

Anche i pannolini non sono da sottovalutare. Secondo uno studio pubblicato anni fa da Greenpeace Germania, certi pannolini conterrebbero tributile di stagno, noto anche come TBT, un composto che già in una percentuale di 0,001 microgrammi per litro risulta letale per gli organismi acquatici: si pensi che questa sostanza trova impiego nella verniciatura degli scafi delle barche, allo scopo di evitare il deposito di alghe e conchiglie! Nell’uomo, come riferiscono le ricerche tedesche, può provocare l’insorgere di tumori e gravi disturbi al sistema nervoso. Anche il monobutile di stagno (MBT) e il dibutile (DBT) sono presenti e ugualmente dannosi. Senza contare che gran parte dei pannolini vengono sbiancati al cloro, sostanza che può irritare la pelle. Senza creare falsi allarmismi in Italia, si può dire che l’uso di pannolini ecologici o riutilizzabili potrebbe essere una valida alternativa all’usa e getta moderno: forse è meglio rispettare la pelle dei bambini, piuttosto che vedere la pipì trasformata in un gel dalle forme divertenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *